In settimana Apple ha presentato il tanto atteso tablet: l’iPad.
Come ogni presentazione, anche questa è stata seguita da mille polemiche sulle restrizioni che Apple mette nei suoi dispositivi (non c’è il supporto ad Adobe Flash, non puoi telefonare, non c’è la videocamera, lo spazio su disco è poco…).
Io credo che Apple abbia ben valutato tutto questo; prendiamo ad esempio il supporto Flash: Adobe ha recentemente detto che iPad perderà il 70/75% dei contenuti web a causa di questa mancanza.
Ma siamo davvero sicuri che sia il 70/75%?
Youtube e Vimeo (i più grossi siti di video) hanno ormai il supporto ad HTML5, la nuova versione di html in grado, tra le altre cose, di leggere video senza il supporto di Flash.
Altri contenuti che richiedono Flash sono i banner – a volte così odiosi, a volte così simpatici – non potrebbe essere che con l’HTML5 si svilupperanno banner video? Proviamo a pensare a banner video: è come avere la pubblicità televisiva su internet, che personalmente la trovo più potente.
Altri utilizzi di Flash sono: i siti completamente sviluppati con questa tecnologia (pessima scelta! Google fa ancora fatica ad indicizzare il contenuto Flash!) e qualche servizio online (borsa in tempo reale, editing di suoni online, caricamento e gallerie di foto).
Vi sarete accorti che ho lasciato fuori dalla lista i giochi?
Questa scelta è più che voluta, infatti penso che i giochi presenti sull’app store, non siano paragonabili con i giochini in Flash presenti in rete.
Siete ancora sicuri che non avere il Flash sia un problema?

Proseguiamo con l’hardware.
Nel suo iPad Apple ha deciso di utilizzare le microSIM che in Italia nessun operatore usa, questo porterà una piccolissima innovazione nel settore mobile: se la sim è più piccola, il dispositivo ha circa 0,4 cm in più da sfruttare e questo, lavorando su dispositivi sempre più miniaturizzati, è un vantaggio notevole per il produttore.
Inoltre questi 0,4 cm di plastica in meno, se moltiplicati per le sim esistenti sul pianeta, mi pare possano essere una nota positiva anche per l’ambiente. Certo non sarà questo a risolvere i problemi di inquinamento, ma se tutti facessimo così, sarebbe già un buon passo.
L’ultimo tema che voglio affrontare con voi riguardo all’iPad è il fatto di non poter fare telefonate.
Telefonare con un dispositivo da 9,7 pollici all’orecchio non risulta scomodo?
In ogni caso, se andiamo a vedere l’SDK rilasciato agli sviluppatori insieme all’iPad, notiamo che è presente il supporto VOIP (Voice-over-IP) anche in modalità 3G.
Questo significa che applicativi come Skype e Fring, possono ora effettuare telefonate anche su connessioni 3G.

In Italia però alcuni operatori non permettono di chiamare con Skype attraverso la rete cellulare, entra quindi in gioco l’Unione Europea, che pare stia prendendo provvedimenti per costringere gli operatori telefonici a fare il contrario.
Ora, una mossa sensata da parte di un operatore, potrebbe essere quella di alzare le tariffe telefoniche ed abbassare quelle dati, dando così la possibilità all’utente di sfruttare la tecnologia VOIP sullo smartphone (o sull’iPad in questo caso), abbattendo i costi di manutenzione delle linee telefoniche (che man mano verranno dismesse) e investendo su una rete dati, ormai necessaria per rimanere al passo con i tempi.

Mattia Accornero

6 pensieri su “iPad e la tecnologia visionaria”

  1. mmm..hai dimenticato anche che non c’è una porta usb…il fatto di non poter ad esempio caricarsi delle foto da chiavetta è semplicemente sconvolgente..ci sono tv con cui puoi fare più cose…

    il fatto di non poter giocare a farmville o a poker di fb su un oggetto del genere è assurdo..non importa se ci sono cose di qualità migliori, non si possono spendere tutti quei soldi per poi non poter usufruire dei siti che vedi su un qualunque device meno evoluto..

    apple ha toppato, poi venderà lo stesso, ma sono convinto che i competitor sforneranno aggeggi molto più pratici

    1. Beh, la porta USB non c’è nemmeno nell’iPhone, eppure lo si usa perfettamente.
      Perchè caricare delle foto da chiavetta se puoi scaricare direttamente le foto attraverso il “Camera Connection Kit” (http://www.apple.com/ipad/specs/)?
      Per Farmville? iFarm nell’app store e giochi quanto vuoi…
      E poi il fatto di ammettere che lo “venderà lo stesso” vuol già dire che non ha toppato..
      In ogni caso il fatto che il Flash sia proprietario, non può essere uno standard..
      Sono pienamente convinto che è meglio un device con qualcosa in meno (se così possiamo dire) ma funzionante che un device pieno di feature che poi lo rallentano o generano miliardi di problemi.

  2. iPad non è un cellulare, per cui il paragone non regge molto…

    io non voglio usare il camera connection kit, né usare l’app store, voglio poter usare quello che ho comprato come meglio credo, quindi essere libero di fruire contenuti FREE che tali sono da altre parti, al di là degli standard (non credo che Apple non abbia i mezzi per convicere Adobe)

    sul numero delle feature, bisogna intanto chiarire il peso di ciascuna, ma non si può fare un discorso del genere; il processo di QA è indipendente dal numero di funzionalità..

    il fatto che sia tutto così chiuso non capisco come non possa porre qualche dubbio ma evidentemente c’è a chi va bene così…

    ah dimenticavi di dire che non c’è nemmeno il multitasking (o un fs accessibile)…quindi sembrerebbe che non possa leggere un ibook con un sottofondo musicale! semplicemente folle…

    PS: non mi interessano le vendite, la gente non capisce nulla, compra quello che poi non usa… io parlo dal punto di vista di evoluzione della tecnologia…

    1. Beh tu lo stai paragonando ad un Desktop/Laptop (che non lo è).. quindi siamo pari 😛
      Se l’hai comprato si vede che hai valutato che ti poteva essere utile così, altrimenti perchè avresti dovuto comprarlo?
      E comunque continuo a non capire.. quando vado a comprare un aspirapolvere, scelgo quello che preferisco (ad esempio un Rowenta) e non dico che gli altri (quelli Folletto) fanno schifo.. non capisco come mai tutto questo accanimento contro Apple, inizio a pensare che sia veramente la migliore società nel settore informatico.. solitamente quelli che vengono attaccati sono i migliori – l’invidia delle persone è incredibile.
      Detto questo, se a qualcuno non piace l’iPad, che non lo compri.. se invece preferisce l’HP presentato al CES (http://mashable.com/2010/01/06/microsoft-hp-tablet/), prego: lo compri pure.
      Cito la tua frase: “La gente non capisce nulla, compra quello che poi non usa” – se ha i soldi per farlo che lo faccia ;), agli altri non deve interessare e intanto l’economia gira.

  3. Mattia, se pensi che sia vittima della volpe e l’uva proprio non ci siamo..invidia verso Apple? e perché mai? sono sicuro sempre di quello che compro proprio perché mi pongo delle domande su cosa vado ad acquistare e quello che ci posso fare..

    volevo solo discutere del perché di certe scelte che a me, utente esperto e, credimi, non contro Apple a priori, sono sembrate molto discutibili…
    ho avuto un iPod e l’iPhone è un gran prodotto, per cui sono assolutamente convinto di quello che dico e scevro da ogni pregiudizio..

    la gente è libera di spendere i soldi come meglio crede, ci mancherebbe, ma questo mica deve eliminare ogni forma di spirito critico, no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *