In questo periodo pare che sia necessario portare tutto ciò che è 2D in 3D.
Televisioni FullHD in grado di applicare un filtro all’immagine e renderla 3D, cinema in 3D, pubblicità in 3D, insomma tutto 3D.

Ma serve davvero questo 3D?

Penso che sia interessante sperimentare, soprattutto per l’ambito cinematografico, ma sinceramente non credo che lasciarsi prendere la mano e portare tutto in 3D possa essere una buona idea.
Il 3D, per essere usufruito, necessita di occhiali appositi in grado di far percepire la terza dimensione.
Credo che questo sia il reale problema del 3D. Gli occhiali non sono sempre disponibili e per quanto uno se li porti dietro, non trovo comodo indossarli su necessità.

Mi piace invece l’idea di continuare a puntare sull’alta definizione. Poter guardare una foto come se fossi nel posto e nel momento in cui viene scattata, senza notare imperfezioni di stampa, pixel squadrati o cose del genere, è qualcosa di eccezionale.

E voi cosa ne pensate?

Un pensiero su “E’ l’ora del 3D!”

  1. Bhè infatti quando CSI ci faceva sperare agli ingrandimenti impossibili di immagini erano bei tempi, sto 3D non fa neanche vedere cosa c’è dietro… infatti io mi immaginavo più un ologramma di una scena, come mettere ai 4 lati di una stanza le telecamere e gli elaboratori di immagine ti facessero vedere il 3D… così invece è solo come la bolla dello stargate…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *