Sono passati 5 anni da quando ho deciso di avviare aLabs.
All’inizio ho temuto fosse una scelta un po’ forzata, più legata al voler realizzare un sogno che con una reale base di mercato, ma poi dopo i primi mesi di fatiche, sono iniziati ad arrivare i clienti, sono iniziate le collaborazioni, ho iniziato a sentirla viva.
Molte le volte in cui mi son chiesto “chi me l’ha fatto fare?” e molte di più le volte in cui mi sono addormentato con un sorriso enorme, con la felicità di chi ha vinto un’altra battaglia.

Cinque anni… sembra ieri che organizzavo le cose per il sito internet, i biglietti da visita e i mille business plan che sembravano non quadrare mai. Ma ora ho capito! Nel business plan manca la sezione “voglia di fare”.

Puoi fare tutti i conti che vuoi, ma se non hai la forza di alzarti ogni giorno e fare il possibile per costruire il tuo sogno, non ce la farai mai.

In questi primi cinque anni, ho imparato molto, sono cresciuto e con me aLabs. Dal progetto iniziale si è un po’ trasformata, ha saputo plasmarsi a seconda del mercato senza mai perdere il suo obiettivo.
Nello scorso anno, ho avuto la fortuna di lavorare con un cliente che, forse senza accorgersene, ha messo a disposizione di aLabs un banco di lavoro. I suoi ultimi commenti mi fanno capire che i risultati sono stati ottimi. Sono bastati alcuni accorgimenti che hanno sistemato “le fondamenta tecnologiche” per la crescita del suo business.

Grazie ai clienti, grazie ai collaboratori e grazie agli amici e alla mia famiglia che tutti insieme continuate a credere in me!

E ora, che si fa?

E ora si continua, siamo pronti (io e la mia aLabs) per altre sfide, per nuovi traguardi e chissà, magari per qualche novità.

 

Mattia Accornero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *